Home arrow Statuto
 

STATUTO

Art. 1 Denominazione   

E'  costituita  l'Associazione "PMITALIA" - Associazione Piccole e Medie Imprese Italia. 

Art. 2 Sede 

L'Associazione ha sede in Roma  e  potrà  istituire,  in Italia  ed  all'estero, sedi secon­darie, strutture operative, rappresentanze, uffici e recapiti. 

Art. 3 Durata 

L'Associazione ha durata illimitata e si estinguerà  nei casi previsti dalla legge. 

Art. 4 Scopi e attività 

4.1  L'Associazione persegue lo scopo di valorizzare  il ruolo  e  la  funzione  economi­co-sociale della PMI in quanto tale, indipendentemente dal settore  di  appartenenza,  e  di trasmettere alle istituzioni di governo la necessità di porre la PMI, intesa quale soggetto economico e, al  tempo  stesso, espressione  della cultura locale, canale di promozione individuale, manifestazione di democrazia e fattore  di  coesione sociale, al centro delle politiche di sviluppo del paese.   

4.2  L'attività dell'Associazione si espliciterà mediante l'esercizio di una funzione di sti­molo e sensibilizzazione nei confronti dell'intera comunità nazionale, in tutte le sue com­ponenti, affinché si riconosca alla  PMI  la  funzione  di soggetto generale dello sviluppo.   

4.3  L'Associazione  è apartitica. Persegue i suoi scopi mantenendo la propria indipen­denza e si  ispira  ai  principi democratici sanciti dalla Carta Costituzionale. 

Art. 5 Entrate dell'Associazione    

Le  entrate sono costituite: dalle quote associative annuali e dai contributi straordinari, dai fondi  raccolti  attraverso  sottoscrizioni, dalle elargizioni anche straordinarie fatte dai soci sostenitori,  dai  proventi  derivanti  da eventuali iniziative e attività svolte dall'Associa­zione. 

Art. 6 Soci

6.1  I  soci  dell'Associazione si suddividono nelle seguenti categorie:a)  soci fondatori;b)  soci sostenitori;c)  soci onorari;d)  soci ordinari. 

6.2  Si considerano fondatori i soci intervenuti all'atto costitutivo. 

6.3  Assumono la veste di sostenitori quei soci che  integrano  la  quota  associativa  con elargizioni di carattere ordinario o straordinario, contribuendo così in maniera rilevante  e  continuativa  a sostenere le finalità istituzionali dell'Associazione. 

6.4  La qualifica di socio onorario può essere attribuita a quei soggetti che hanno ac­quisito particolari meriti nei confronti dell'Associazione. 

6.5  Rientrano  nella  categoria dei soci ordinari tutti gli altri associati. 

6.6  La Giunta Esecutiva, quando decide  sull'ammissione dei soci, stabilisce anche a quale categoria essi appartengono. 

6.7  Il  rapporto  associativo  è  uniforme per tutte le categorie dei soci. 

Art. 7 Ammissione dei soci    

7.1  Possono  essere ammessi all'Associazione come soci, le persone fisiche, le singo­le imprese, le  associazioni  che rappresentano  più  imprese,  che  ne facciano domanda per iscritto. 

7.2  La  domanda di ammissione all'Associazione deve essere approvata dalla Giunta Esecutiva.

7.3  La  qualità  di associato risulta da apposito registro tenuto a cura dell'Associazio­ne.

  Art. 8 Quota Associativa    

8.1  Gli associati sono tenuti al pagamento della  quota associativa  nella misura che verrà fissata dalla Giunta Esecutiva per ciascuna categoria di soci. 

8.2  Le somme che i soci sostenitori verseranno ad integrazione della quota associati­va, saranno  considerate  forme di elargizioni destinate alle finalità istituzionali dell'Asso­ciazione. 

8.3  Non  sono  obbligati al pagamento della quota associativa i soci onorari. 

8.4  Per  la prima volta le quote associative per le diverse categorie saranno fissate con l'atto costitutivo. 

Art. 9 Diritti e doveri degli associati    

9.1  Gli associati hanno  diritto  di  partecipare  alla vita  associativa nei modi fissati con lo statuto o con appositi regolamenti. 

9.2  Gli  associati devono operare nell'interesse esclusivo dell'Associazione, osservare le norme statutarie e regolamentari, partecipare alla vita associativa secondo la categoria di appartenenza. 

Art. 10 Perdita della qualità di associato 

10.1  La qualità di associato si perde per morte, recesso ed esclusione. 

10.2  L'esclusione viene deliberata dall'Assemblea degli associati quando il comporta­mento del socio rechi pregiudizio morale o materiale all'Associazione, oppure violi in  ma­niera manifesta  le norme di legge e quelle statutarie e regolamentari.    

10.3  L'apertura del  procedimento  di  esclusione  deve essere comunicata all'interes­sato. 

10.4  Il  socio  che  intende recedere dall'Associazione deve darne comunicazione per iscritto alla Giunta  Esecutiva, con lettera raccomandata, entro il 31 agosto. Gli effetti del recesso decorrono dall'anno solare successivo a quello  delle dimissioni.  In  caso  contra­rio,  se le dimissioni dovessero arrivare all'Associazione dopo il 31 agosto, gli effetti  del recesso decorrono dopo il 31 dicembre dell'anno successivo. 

Art. 11 Organi dell'Associazione 

Sono organi dell'Associazione:a)  l'Assemblea;b)  la Giunta Esecutiva;c)  il Presidente ed il Vice Presidente;d)  il Segretario Generale;e)  il Tesoriere;f)  il Collegio dei Revisori dei Conti.Gli organi elettivi dell'Associazione durano  in  carica tre anni. 

Art. 12 L'Assemblea    

12.1  L'Assemblea  è  costituita  da tutti i soci. Hanno diritto di voto i soci in regola con i contributi  associativi. 

12.2  L'Assemblea emana le direttive generali dell'attività dell'Associazione ed è convo­cata in  via  ordinaria  con delibera della Giunta Esecutiva almeno una volta l'anno. 

12.3  L'Assemblea  è  convocata  mediante  comunicazione scritta,  da  trasmettere  anche  per fax o posta elettronica all'ultimo indirizzo fornito per iscritto dal  socio,  almeno quindici giorni prima della data fissata per la riunione. 

12.4  L'Assemblea può svolgersi anche attraverso il  sistema di videoconferenza. 

12.5  Nell'avviso di convocazione, oltre agli  argomenti all'ordine  del  giorno,  vanno  indicati la data, il luogo e l'ora in cui si terrà l'assemblea in  prima  convocazione  ed even­tualmente  quella  in seconda convocazione, che può avere luogo anche lo stesso giorno, trascorsa  un'ora  dalla  prima convocazione. 

12.6  L'assemblea  può essere convocata in via straordinaria quando se ne ravvisi la necessità oppure quando ne facciano  richiesta  almeno  due  quinti dei membri della Giunta Esecutiva. 

12.7  I Revisori dei Conti partecipano  di  diritto  all'Assemblea senza voto deliberativo. 

12.8  Le  persone fisiche e le singole imprese hanno diritto ad un voto. Le associazioni che rappresentano  più  imprese,  hanno  diritto ad un numero di voti pari a quello dei pro­pri iscritti risultanti dal proprio libro soci  alla  data dell'assemblea. 

12.9  Il  Segretario delle Assemblee è il Segretario Generale dell'Associazione o un suo delegato. 

Art. 13 Costituzione e svolgimento dell'Assemblea

13.1  L'Assemblea è validamente costituita in prima convocazione  quando è presente o rappresentato almeno un quinto degli iscritti; in seconda convocazione qualunque sia il  numero dei presenti o rappresentati. 

13.2  Le direttive sono assunte a  maggioranza  assoluta di voti. 

13.3  Sono ammesse deleghe fino al massimo di due. 

Art. 14 La Giunta Esecutiva    

14.1  La Giunta Esecutiva è investita dei più ampi poteri per il compimento di tutti gli at­ti di ordinaria e straordinaria amministrazione ritenuti utili o  necessari  al  raggiungimento degli scopi istituzionali dell'Associazione. 

14.2  La Giunta Esecutiva è composta dal Presidente, dal Vice Presidente, dal Segre­tario  Generale  e  dal  Tesoriere. L'Assemblea può integrare la Giunta fino ad un numero massimo di venti membri complessivi. 

14.3  Fanno parte di diritto della  Giunta  Esecutiva  i Presidenti delle Associazioni Re­gionali aderenti. 

14.4  La Giunta è presieduta dal Presidente o da chi  ne fa  le veci ed è convocata me­diante comunicazione scritta, da trasmettere anche per fax o posta elettronica tre giorni prima; nei casi urgenti un giorno. 

14.5  La Giunta viene convocata dal Presidente ogni qual volta lo ritenga necessario. 

14.6  Per la validità delle riunioni occorre la presenza di almeno un terzo dei compo­nenti e le relative deliberazioni sono prese secondo le norme previste dall'Assemblea. 

Art. 15 Il Presidente    

Il Presidente dell'Associazione viene eletto dall'Assemblea Generale.Per la prima volta  il  Presidente  viene  nominato  con l'atto costitutivo. 

Art. 16 Il Segretario Generale

Il  Segretario  Generale è preposto alla segreteria dell'Associazione, coordina e sovrin­tende all'attività  dell'Associazione,  coadiuva  il Presidente, il Vice Presidente e la Giunta nell'esecuzione delle delibere, partecipa alla  Giunta Esecutiva ed all'Assemblea Generale con voto consultivo. 

Art. 17 Il Tesoriere

Il Tesoriere viene eletto dall'Assemblea Generale.Il Tesoriere è incaricato della custodia dei fondi e del Patrimonio  dell'Associazione e sovrintende alla gestione finanziaria; ha facoltà di aprire  e  chiudere  conti  correnti postali e bancari e chiedere fidi, in conformità delle direttive date dalla Giunta Esecutiva. Redige annualmente la relazione  finanziaria da allegarsi al bilancio. Firma gli ordini di pagamen­to. Per svolgere questa attività,  il  Tesoriere  è munito di necessari poteri di rappresentan­za. 

Art. 18 Il Collegio dei Revisori dei Conti

18.1  Il  Collegio dei Revisori dei Conti svolge il compito di sorveglianza e revisione del­la gestione economico-finanziaria dell'Associazione. 

18.2  L'Assemblea nomina da tre a  cinque  Revisori  dei Conti effettivi e due supplenti. Essi costituiscono il Collegio dei Revisori dei Conti e nominano, nel loro seno, il proprio Presidente. 

Art. 19 Bilanci    

Ogni  anno, entro il 31 maggio, deve essere compilato il bilancio preventivo e consunti­vo  della  gestione  che  dovrà essere  sottoposto  al Collegio dei Revisori dei Conti alme­no un mese prima della data fissata per l'approvazione da  parte dell'Assemblea. 

Art. 20 Gratuità delle cariche

Tutte le cariche sociali sono gratuite. 

Art. 21 Scioglimento dell'Associazione 

21.1  Lo  scioglimento  dell'Associazione  è  deliberato dall'Assemblea straordinaria con il voto favorevole di almeno tre quarti del totale dei voti dei suoi componenti. 

21.2  L'Assemblea, a  maggioranza  assoluta,  nomina  un Collegio di Liquidatori, com­posto da non meno di tre membri e ne determina i poteri.

 

Cerca nel Sito

Login






Password dimenticata?

Per associarsi





CONTATTI

Indirizzo:
viale Libano 62, 00144 - Roma
Tel: 065920741/2
Fax: 065914253
Email: pmitalia@pmitalia.org
C.F. 97471750584
Policy Privacy